Tutela delle api da sostanze tossiche

fitoLEGGE 24 dicembre 2004, n.313 Art. 4.
(Disciplina dell’uso dei fitofarmaci).
”Al fine di salvaguardare l’azione pronuba delle api, le regioni, nel rispetto della normativa comunitaria vigente e sulla
base del documento programmatico di cui all’articolo 5, individuano le limitazioni e i divieti cui sottoporre i trattamenti
antiparassitari con prodotti fitosanitari ed erbicidi tossici per le api sulle colture arboree, erbacee, ornamentali e spontanee durante il periodo di fioritura, stabilendo le relative sanzioni.”

A titolo esemplificativo si richiama la legge regionale del 25 agosto 1988, n. 35 ”Tutela e sviluppo dell’apicoltura” della Regione Emilia Romagna. Tale legge, all’articolo 15 (Tutela delle api da sostanze tossiche) prevede:
”Al fine di salvaguardare l’azione pronuba delle api sono vietati i trattamenti con insetticidi, acaricidi e con altri presidi sanitari o comunque tossici per le api, sulle colture ortofrutticole, viticole, sementiere, floricole e ornamentali, durante il periodo di fioritura, dalla schiusa dei petali alla caduta degli stessi. Per le violazioni alle prescrizioni della presente legge si applicano sanzioni amministrative da 516 Euro a 3.098 Euro.”

Condividete e spargete voce, molti agricoltori non sono informati.

Annunci